Esami della vista nei bambini

Fare controllare regolarmente la vista dei bambini è importante. La
vista infatti svolge un ruolo chiave nell’età dell’apprendimento. Ma
qual è il momento giusto per iniziare?

I bambini dovrebbero sottoporsi al primo esame completo della vista a
3 anni. Successivamente, salvo diversa indicazione da parte
dell’oculista, l’esame dovrebbe essere ripetuto ogni due anni.

Gli esami della vista  sono importanti anche quando il bambino inizia
la scuola e viene sottoposto a screening sull’acuità visiva (chiarezza e
nitidezza). Avere occhi sani, però, non significa semplicemente avere
una vista di 10-10.

Un bambino può presentare problemi di visione dei colori, refrazione o
visione binoculare – tutti disturbi che non vengono controllati nel
corso degli screening visivi di routine.

Ecco qualche suggerimento che può aiutarti a mantenere in salute gli occhi del tuo bambino.

Aspetti della vista dei bambini da tenere in considerazione

Osserva in che modo il tuo bambino guarda le cose a casa e a scuola.
Segnali come quelli descritti potrebbero rivelare che il tuo bambino ha
bisogno di un esame per accertare eventuali problemi specifici.

  • Si siede troppo vicino al televisore o alla lavagna. Quando i
    bambini hanno difficoltà a vedere, uno dei primi modi per compensarlo
    naturalmente è quello di avvicinarsi o tenere gli oggetti più vicino al
    viso.
  • Stringe gli occhi e dà altri segnali di disagio. I bambini che
    hanno problemi alla vista possono stringere gli occhi o sfregarli
    spesso, essere insolitamente sensibili alla luce o inclinare la testa
    quando guardano le cose.
  • Ha difficolta di coordinamento. I bambini che non vedono bene
    possono avere problemi di coordinamento mani-occhi o corpo-occhi durante
    determinate attività fisiche, come prendere una palla o andare in
    bicicletta. 
  • Mostra mancanza di attenzione o un
    interesse inconsueto. La scarsa attenzione e la distraibilità sono
    sintomi di disturbi da deficit di attenzione e iperattività (ADHD), ma
    accompagnano anche disturbi della vista. I problemi alla vista in
    giovane età possono facilmente ridurre l’interesse del bambino per le
    attività che sollecitano la vista da vicino, quali la lettura, i libri
    da colorare o i puzzle.

Preparazione alla prima visita

La sua prima visita oculistica può preoccupare il tuo bambino.
Parlargli prima di come si svolgerà la visita lo rassicurerà. Puoi ad
esempio:

  • Leggergli storie in cui i personaggi vanno dall’oculista.
  • Descrivergli le possibili attività, come guardare immagini o tabelle.
  • Prepararlo alla possibilità che gli applichino gocce negli occhi, garantendogli che non ci saranno aghi.
  • Spiegargli che non ci sono risposte sbagliate alle domande dell’oculista.

Le buone abitudini legate alla vista iniziano presto. Trova un
oculista di fiducia per sottoporre il tuo bambino ad una visita e
consigliarti su come puoi prenderti cura al meglio dei suoi occhi.

1 Comment
  1. admin Marzo 6, 2017 at 8:34 am

    very good

Comments are closed.